DG VAL

Legge 77/2006 - Siti Unesco Italiani

LogoAVVISO per la presentazione delle proposte di intervento di cui all’art. 4, comma 1 della Legge 20 febbraio 2006, n. 77 recante “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella ‘lista del patrimonio mondiale’, posti sotto la tutela dell'UNESCO”da finanziarsi a valere sull’EF 2014.

In data 29 ottobre 2014, ai sensi della Circolare n.6 del Direttore Generale per la Valorizzazione del patrimonio culturale, prot. n.987 del 8 marzo 2012, è stato emanato con prot. 3941 l’AVVISO per la presentazione delle proposte di intervento di cui all’art. 4, comma 1 della Legge 20 febbraio 2006, n. 77 recante “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella ‘lista del patrimonio mondiale’, posti sotto la tutela dell'UNESCO”,da finanziarsi a valere sull’ EF 2014

Le proposte dovranno essere inoltrate per PEC entro e non oltre 44 giorni dalla pubblicazione del presente avviso, ossia entro il 12 dicembre, e dovranno essere compilate secondo le modalità stabilite dall’avviso allegato.

Per approfondimenti: www.valorizzazione.beniculturali.it/it/legge-n772006.html

Documentazione

icona pdf Avviso

icona pdf Circolare del Direttore Generale per la Valorizzazione del patrimonio culturale n.6/2012

icona pdf Allegato 1 - Modello di domanda

icona pdf Allegato 2 - Criteri di valutazione

icona pdf Allegato 3 - Criteri di ammissibilità delle spese

icona Allegato 4 - Modello dichiarazione conformità

icona pdfTesto Legge 77/2006

icona Linee Guida per la rendicontazione

MiBACT: siglato accordo con Mondadori Electa per utilizzo immagini Archivio

LogoIl 27 ottobre 2014, presso la sede della Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, a Roma, in Via di S. Michele n. 22, è stato sottoscritto un accordo fra il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in persona del Direttore generale della Direzione per la valorizzazione del patrimonio culturale, Dott.ssa Anna Maria Buzzi, e Mondadori Electa S.p.A., rappresentata dal Direttore Generale Arte, Mostre e Musei, Dott.ssa Rosanna Cappelli, proprietaria di un archivio fotografico comprendente più di 1.000.000 di immagini, 200.000 delle quali relative a beni in consegna al Ministero.

L'accordo, di durata biennale, disciplina le modalità di utilizzazione delle immagini dell'archivio relative ai beni in consegna al Ministero, in forme compatibili con il carattere artistico o storico, l'aspetto e il decoro del bene culturale riprodotto.

La concessione d'uso comprende la pubblicazione in internet per fini di consultazione e di studio, l'utilizzo diretto da parte della Società, o il noleggio a terzi, per uso editoriale, sia grafico che digitale, e commerciale (giochi e articoli di cartoleria), ad esclusione dell'utilizzo per fini pubblicitari.

Il 13 e il 14 ottobre si è tenuta la Conferenza Misurare gli impatti della valorizzazione del patrimonio culturale. Strumenti per politiche 'evidence based'

ImgConvegno13-14Il 13 e il 14 ottobre 2014 si è svolta la Conferenza Misurare gli impatti della valorizzazione del patrimonio culturale. Strumenti per politiche 'evidence based', organizzata a Roma nella prestigiosa cornice delle Terme di Diocleziano dalla Direzione generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, in collaborazione con la Fondazione Fitzcarraldo, nell'ambito del programma di Presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea. Al centro dei lavori il confronto fra le principali e più innovatrici metodologie di valutazione degli impatti economici e sociali delle politiche di valorizzazione del patrimonio culturale, inteso come importante strumento per favorire lo sviluppo economico sostenibile e come componente essenziale della qualità della vita.
Secondo quanto previsto nel programma degli interventi, di fronte ad una platea affollata, il Direttore generale Anna Maria Buzzi ha tracciato una sintesi di quanto emerso nel corso delle due giornate di lavoro, cui hanno partecipato rappresentanti ed esperti di 19 Paesi europei.

icona pdfLeggi il discorso del D.G.

Il Ministro Dario Franceschini ha quindi chiuso i lavori, sottolineando l'importanza di affrontare, confrontarsi ed approfondire il tema della misurazione degli impatti della valorizzazione del patrimonio culturale, sia per il nostro Paese, sia per l'Europa tutta al fine di suscitare la consapevolezza del valore che la cultura assume nella attuale congiuntura finanziaria, economica e sociale, nonché nei processi di sviluppo sostenibile, di coesione europea, di dialogo interculturale. "L'importante non è convincerci tra noi –ha detto - ma convincere gli altri decisori politici e europei di due cose centrali nella costruzione del percorso di Europa 2020. Il primo è il ruolo che può avere la cultura nella costruzione di una identità europea comune, attraverso la consapevolezza di un patrimonio comune. Il secondo – ha aggiunto - è che investire nella cultura, nella tutela e valorizzazione del patrimonio e nelle industrie culturali, è il contributo che l'Europa può dare alla crescita economica e dell'occupazione".

icona pdfProgramma

icona pdfAbstract Session I: I valori del patrimonio

icona pdfAbstract Session II: Misurare gli impatti: metriche per le ‘policies’

icona pdfAbstract Session III: Le sfide future, tra politiche di sviluppo ‘evidence based’ e sostenibilità

Bicentenario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri. Premiati i vincitori del concorso artistico

bicentenarioarma2014L'8 ottobre, presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri di Roma, il Direttore generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, Anna Maria Buzzi, è intervenuta in rappresentanza del MiBACT alla cerimonia di chiusura del concorso artistico "L'Arma dei Carabinieri: 200 anni di storia. I valori senza tempo da preservare ... ieri, oggi ... sempre" con la premiazione di 29 opere vincitrici (in allegato). La manifestazione è stata presenziata anche dal Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, dal Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, Leonardo Gallitelli, e dal Direttore generale del MIUR, Carmela Palumbo.
L'iniziativa, promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca e dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri in occasione delle celebrazioni per il Bicentenario di fondazione della Benemerita, ha registrato la partecipazione – su base volontaria e gratuita – di oltre 3.000 studenti delle classi 4^ e 5^ dei Licei Artistici e degli Istituti d'Arte, nonché di 474 giovani ammessi a partecipare "fuori concorso".
Per il coinvolgimento pieno ed emotivo degli studenti è stato portato a termine, su tutto il territorio nazionale, un ricco programma di eventi collaterali, propedeutici alla partecipazione al concorso: circa 80 convegni culturali, di cui una sessantina presso strutture (uffici e musei) del MiBACT, con la partecipazione di circa 180 istituti e più di 5.000 studenti. Attraverso conferenze, visite culturali e seminari sul tema, la competizione artistica è divenuta – per ciascun artista – una singolare occasione per rappresentare l'Arma dei Carabinieri attraverso la libera interpretazione di storia, valori e tradizione della Benemerita, rafforzando, soprattutto tra le giovani generazioni, lo stretto legame esistente tra legalità e cultura. "In un periodo in cui i giovani sono ancora troppo poco attratti dal patrimonio culturale e sono soliti disertare i musei – ha detto Anna Maria Buzzi - manifestazioni così partecipate dagli studenti, con risultati di tale livello per rilevanza artistica, tecnica e creativa sono particolarmente significative e importanti. Per il lavoro svolto, pertanto, desidero ringraziare l'Arma dei Carabinieri, il MIUR, le Commissioni esaminatrici, Regionali e Nazionale (con un grazie speciale rivolto al Prof. Claudio Strinati), gli studenti tutti, con i loro docenti e formatori, nonché tutte le Direzioni regionali del MiBACT che hanno profuso largo impegno, mettendo a disposizione le strutture sul territorio e i funzionari del Ministero. Tutti insieme, con un reale spirito di squadra, abbiamo lavorato e raggiunto pienamente gli obiettivi prefissati nella Dichiarazione d'intenti sottoscritta dalle Parti il 20 marzo 2013".
Le opere premiate – tre in ciascuna delle cinque categorie in concorso (pittorica, plastica, grafica, multimediale e di progettazione di design) e le menzioni speciali – dopo una prima valutazione delle oltre 3.000 opere da parte di Commissioni Selettive Regionali appositamente istituite, che ne hanno selezionate 260, sono state scelte dalla Commissione Nazionale, composta da esperti e tecnici di settore.
Tutte le opere in gara saranno custodite presso i Comandi Territoriali di competenza e verranno esposte durante gli eventi di comunicazione che coinvolgeranno l'Istituzione.
Agli studenti ed alle rispettive scuole di appartenenza che hanno aderito al concorso è stato rilasciato un attestato di partecipazione mentre ai partecipanti che hanno superato la selezione Regionale è stato rilasciato un attestato di merito.

icona pdfElenco delle opere premiate

Il MiBACT e l'Ente Nazionale Sordi insieme per il diritto universale alla cultura

Logo

LogoIl Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale del MiBACT, Anna Maria Buzzi, e il Presidente dell'Ente Nazionale per la protezione e l'assistenza dei Sordi – Onlus, Giuseppe Petrucci, hanno sottoscritto il 30 luglio 2014, un protocollo d'intesa finalizzato a rafforzare la collaborazione per la promozione e la conoscenza del patrimonio culturale a favore delle persone con disabilità uditiva.
Questo l'obiettivo con cui si impegnano, nell'ambito delle proprie esperienze e competenze, ad avviare, favorire e monitorare attività di ricerca-azione nel settore dell'educazione e dell'accessibilità al patrimonio culturale da parte delle persone sorde.

La Direzione Generale, attraverso il Centro per i servizi educativi del museo e del territorio, procede con un nuovo importante passo sul percorso dell'accessibilità culturale.

"Questo protocollo - ha detto Anna Maria Buzzi - conferma e rinnova un impegno del Ministero che si configura non solo come atto di civiltà ma come occasione di riflessione su nuove e più aperte modalità di comunicazione, fruizione e dunque valorizzazione del patrimonio culturale.
Il documento oggi siglato, nasce da una collaborazione consolidata e fornisce basi ulteriori per forme di cooperazione che muovono verso il comune obiettivo del diritto universale alla cultura".

icona pdfProtocollo d'Intesa

GALLERIA IMMAGINI

 

Il MiBACT e l’Ente Nazionale Sordi insieme Il MiBACT e l’Ente Nazionale Sordi insieme