DG VAL

titolo notizie

5 x 1000, una firma per la cultura

LogoDall’anno finanziario 2012, una disposizione normativa, consente ai contribuenti di destinare una quota pari al 5 X 1000 dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, al finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici (art. 23, comma 46 del decreto legge n. 98 del 06/07/2011, convertito con modificazioni, dalla legge n. 111 del 15/07/2011).
 
Nel modulo per la dichiarazione dei redditi del 2014, relativo ai redditi 2013, è stato inserito un apposito riquadro che consente di destinare la quota del 5 X 1000 ai beni culturali, mediante una semplice firma, senza la necessità di ulteriori specificazioni e senza nessun aggravio economico.

5X 1000: ONLINE MODALITA’ PER ACCEDERE AL RIPARTO

Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 30 maggio 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 129 del 5 giugno 2012, sono stabilite le modalità di richiesta d’inserimento nelle liste (apposito elenco tenuto dal Ministero) dei soggetti ammessi al riparto della quota del 5 X 1000 dell’Irpef.

I soggetti abilitati a richiedere l’inserimento nell’elenco devono essere:

1. Enti senza scopo di lucro, legalmente riconosciuti;

2. che realizzino, conformemente alle proprie finalità principali definite per legge o per statuto, attività di tutela, di promozione o di valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici;

3. che dimostrino di operare in tale campo da almeno 5 anni e che abbiano realizzato, nel suddetto periodo, attività di tutela, di promozione e valorizzazione dei beni culturali o paesaggistici appartenenti a soggetti pubblici, ovvero aperti alla pubblica fruizione, di valore complessivamente almeno pari a 150.000,00 euro.  

Ai fini del riparto della quota del 5XMILLE, i programmi delle attività e degli interventi che si intendono realizzare sono suddivisi in tre fasce, in base al relativo valore finanziario.
Ai programmi di valore da euro 30.000 fino a euro 100.000 è assegnato il 30% delle risorse disponibili; ai programmi di valore maggiore di euro 100.000 e fino a euro 300.000 è assegnato il 30% delle risorse disponibili; ai programmi di valore maggiore di euro 300.000 è assegnato il 40% delle risorse disponibili.

Il riparto delle somme tra i soggetti ammessi avviene a cura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, con decreto del Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, entro il 15 aprile dell’anno finanziario successivo a quello cui si riferisce la procedura.

Le domande dovranno essere compilate ed inviate per via telematica, entro il 31 maggio 2014, tramite posta certificata all’indirizzo:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Notizie collegate: 5 x 1000, anno finanziario 2012 e 2013

icona pdfAvviso pubblico anno finanziario 2014

iconaAllegati A e B dell'avviso pubblico

icona pdfAVVISO PUBBLICO del 30.06.2014: iscritti idonei e non idonei

icona pdfAVVISO PUBBLICO del 31.07.2014: Elenco finale degli iscritti idonei e non idonei al riparto del 5 x mille

icona pdfAVVISO PUBBLICO del 15.11.2014 - Anno Finanziario 2014 – Elenco FINALE degli iscritti IDONEI e NON IDONEI

icona pdfAVVISO PUBBLICO del 18.11.2014 (Errata Corrige): Anno Finanziario 2014 – Elenco FINALE degli iscritti IDONEI e NON IDONEI

Spot video

Diffusione

Logo file mp3Spot Radio

icona pdfLocandina

icona wordBanner

icona pdfCartolina

icona pdfSegnalibro

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn