DG VAL

titolo notizie

Avviso

Avviso'Il MIBACT comunica di aver formalmente ritirato l'avviso pubblico per la realizzazione di eventi culturali durante le aperture serali dei musei. L'atto diramato dalla Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale in data 1 luglio 2014 si intende così annullato'.

Ecco la lettera con cui il Ministro Franceschini ha comunicato al musicista Spellucci il ritiro dell'avviso pubblico 'notte al museo'.

Gentile Michele,
le scrivo per comunicarle il ritiro dell'avviso pubblico per la realizzazione di eventi culturali durante le aperture serali dei musei statali. Mi permetta di chiarire che quel bando si prefiggeva, così come lei ha ben colto nella sua lettera, di entusiasmare la creatività e offrire la possibilità agli artisti di esprimersi nei più bei luoghi della cultura italiana.
Lo scorso anno, quando ancora non ero ministro della cultura, in molti hanno salutato positivamente l'iniziativa 'un sabato notte al museo' e per questo la Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale del ministero ha riproposto il bando 2013 anche per il 2014. Non mi interessa capire perché allora non vi furono polemiche quanto piuttosto ringraziarla per la sua lettera perché mi permette di affrontare un tema che mi sta particolarmente a cuore: la remunerazione e il rispetto dei lavori creativi. Troppo spesso, infatti, nel settore dell'arte i giovani artisti – e purtroppo non solo loro - vengono chiamati a lavorare gratis come se questo rappresentasse una tappa obbligata della loro crescita professionale. Come a dire 'stringete i denti e andate avanti perché tanto, prima o poi, verrete lautamente ricompensati. Non ora però'. Trovo questo atteggiamento ingiusto e non vorrei che fosse proprio il MiBACT ad avallarlo, seppur involontariamente. Non è certamente nelle nostre intenzioni, anzi, solo un mese fa, abbiamo salutato positivamente la definitiva approvazione della legge che riconosce le professioni culturali perché riteniamo con convinzione che non può esserci piena tutela e valorizzazione del patrimonio culturale se non si valorizzano le competenze di chi vi opera.
Per tutto questo, in attesa di avere maggiori disponibilità finanziarie per remunerare adeguatamente gli artisti che partecipano ai nostri progetti di valorizzazione, ho dato indicazione di annullare l'avviso pubblico oggetto della sua lettera.

Cordialmente,
Dario Franceschini
Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn